genux.com - Internet store
Registrati ora!   Tracking Ordine | Esci
    
left right
Ricerca / Search

» Ricerca avanzata

Film DVD

Studios

 

Sei in: Genux / Film DVD / Premi cinematograficiOscar

Academy of Motion Picture Arts and Sciences (Premio Oscar)
Anno 1961
La 33a edizione della cerimonia di premiazione degli Oscar si è tenuta il 17 aprile 1961 a Santa Monica, al Santa Monica Civic Auditorium, presentata dal comico Bob Hope.
Vengono di seguito indicati con il simbolo verde i vincitori. Ove ricorrente e disponibile, viene indicato il titolo in lingua italiana e quello in lingua originale tra parentesi.

Miglior film
   L'appartamento (The Apartment), regia di Billy Wilder
   La battaglia di Alamo (The Alamo), regia di John Wayne
   Il figlio di Giuda (Elmer Gantry), regia di Richard Brooks
   Figli e amanti (Sons and Lovers), regia di Jack Cardiff
   I nomadi (The Sundowners), regia di Fred Zinnemann

Miglior regia
   Billy Wilder - L'appartamento (The Apartment)
   Jules Dassin - Mai di Domenica (Never on Sunday)
   Alfred Hitchcock - Psyco (Psycho)
   Jack Cardiff - Figli e amanti (Sons and Lovers)
   Fred Zinnemann - I nomadi (The Sundowners)

Miglior attore protagonista
   Burt Lancaster - Il figlio di Giuda (Elmer Gantry)
   Trevor Howard - Figli e amanti (Sons and Lovers)
   Jack Lemmon - L'appartamento (The Apartment)
   Laurence Olivier - Gli sfasati (The Entertainer)
   Spencer Tracy - ...e l'uomo creò Satana (Inherit the Wind)

Migliore attrice protagonista
   Elizabeth Taylor - Venere in visone (Butterfield 8)
   Greer Garson - Sunrise at Campobello (Sunrise at Campobello)
   Deborah Kerr - I nomadi (The Sundowners)
   Shirley MacLaine - L'appartamento (The Apartment)
   Melina Mercouri - Mai di Domenica (Never on Sunday)

Miglior attore non protagonista
   Peter Ustinov - Spartacus (Spartacus)
   Jack Kruschen - L'appartamento (The Apartment)
   Peter Falk - Sindacato assassini (Murder Inc.)
   Sal Mineo - Exodus (Exodus)
   Chill Wills - La battaglia di Alamo (The Alamo)

Migliore attrice non protagonista
   Shirley Jones - Il figlio di Giuda (Elmer Gantry)
   Glynis Johns - I nomadi (The Sundowners)
   Shirley Knight - Il buio in cima alle scale (The Dark at the Top of the Stairs)
   Janet Leigh - Psyco (Psycho)
   Mary Ure - Figli e amanti (Sons and Lovers)

Miglior sceneggiatura originale
   Billy Wilder e I. A. L. Diamond - L'appartamento (The Apartment)
   Richard Gregson, Michael Craig e Bryan Forbes - La tortura Del silenzio (The Angry Silence)
   Norman Panama e Melvin Frank - Un adulterio difficile (The Facts of Life)
   Marguerite Duras - Hiroshima, Mon Amour (Hiroshima, Mon Amour)
   Jules Dassin - Mai di Domenica (Never on Sunday)

Miglior sceneggiatura non originale
   Richard Brooks - Il figlio di Giuda (Elmer Gantry)
   Nedrick Young e Harold Jacob Smith - ...e l'uomo creò Satana (Inherit the Wind)
   Gavin Lambert e T. E. B. Clarke - Figli e amanti (Sons and Lovers)
   Isobel Lennart - I nomadi (The Sundowners)
   James Kennaway - Whisky e gloria (Tunes of Glory)

Miglior film straniero
   La fontana della vergine (Jungfrukällan), regia di Ingmar Bergman (Svezia)
   Kapò (Kapò), regia di Gillo Pontecorvo (Italia)
   La verità (La Vérité), regia di Henri-Georges Clouzot (Francia)
   Macario (Macario), regia di Roberto Gavaldón (Messico)
   The Ninth Circle (Deveti krug), regia di France Stiglic (Jugoslavia)

Miglior fotografia
   Freddie Francis - Figli e amanti (Sons and Lovers)
   Joseph LaShelle - L'appartamento (The Apartment)
   Charles B. Lang Jr. - Un adulterio difficile (The Facts of Life)
   Ernest Laszlo - ...e l'uomo creò Satana (Inherit the Wind)
   John L. Russell - Psyco (Psycho)
   Russell Metty - Spartacus (Spartacus)
   William H. Clothier - La battaglia di Alamo (The Alamo)
   Joseph Ruttenberg e Charles Harten - Venere in visone (Butterfield 8)
   Sam Leavitt - Exodus (Exodus)
   Joe MacDonald - Pepe (Pepe)

Miglior montaggio
   Daniel Mandell - L'appartamento (The Apartment)
   Stuart Gilmore - La battaglia di Alamo (The Alamo)
   Frederic Knudtson - ...e l'uomo creò Satana (Inherit the Wind)
   Viola Lawrence e Al Clark - Pepe (Pepe)
   Robert Lawrence - Spartacus (Spartacus)

Miglior scenografia
   Alexander Trauner e Edward G. Boyle - L'appartamento (The Apartment)
   Joseph McMillan Johnson, Kenneth A. Reid e Ross Dowd - Un adulterio difficile (The Facts of Life)
   Joseph Hurley, Robert Clatworthy e George Milo - Psyco (Psycho)
   Tom Morahan e Lionel Couch - Figli e amanti (Sons and Lovers)
   Hal Pereira, Walter Tyler, Sam Comer e Arthur Krams - Un Marziano sulla Terra (Visit to a Small Planet)
   Alexander Golitzen, Eric Orbom, Russell A. Gausman e Julia Heron - Spartacus (Spartacus)
   George W. Davis, Addison Hehr, Henry Grace, Hugh Hunt e Otto Siegel - Cimarron (Cimarron)
   Hal Pereira, Roland Anderson, Sam Comer e Arrigo Breschi - La baia di Napoli (It Started in Naples)
   Ted Haworth e William Kiernan - Pepe (Pepe)
   Edward Carrere e George James Hopkins - Sunrise at Campobello (Sunrise at Campobello)

Migliori costumi
   Edith Head e Edward Stevenson - Un adulterio difficile (The Facts of Life)
   Deni Vachlioti - Mai di Domenica (Never on Sunday)
   Howard Shoup - Jack Diamond Gangster (The Rise and Fall of Legs Diamond)
   Bill Thomas - I sette ladri (Seven Thieves)
   Marik Vos - La fontana della vergine (Jungfrukällan)
   Valles e Bill Thomas - Spartacus (Spartacus)
   Irene Sharaff - Can Can (Can-Can)
   Irene - Merletto di mezzanotte (Midnight Lace)
   Edith Head - Pepe (Pepe)
   Marjorie Best - Sunrise at Campobello (Sunrise at Campobello)

Migliori effetti speciali
   Gene Warren e Tim Baar - L'uomo che visse nel futuro (The Time Machine)
   A.J. Lohman - La crociera del terrore (The Last Voyage)

Migliore colonna sonora
   Ernest Gold - Exodus (Exodus)
   Andre Previn - Il figlio di Giuda (Elmer Gantry)
   Elmer Bernstein - I magnifici sette (The Magnificent Seven)
   Dimitri Tiomkin - La battaglia di Alamo (The Alamo)
   Alex North - Spartacus (Spartacus)
   Morris Stoloff e Harry Sukman - Estasi (Song without End - The Story of Franz Liszt)
   Andre Previn - Susanna Agenzia Squillo (Bells Are Ringing)
   Nelson Riddle - Can Can (Can-Can)
   Lionel Newman e Earle H. Hagen - Facciamo l'amore (Let's Make Love)
   Johnny Green - Pepe (Pepe)

Miglior canzone
   "Never On Sunday", musica e testo di Manos Hadjidakis - Mai di Domenica (Never On Sunday)
   "The Facts of Life", musica e testo di Johnny Mercer - Un adulterio difficile (The Facts of Life)
   "Faraway Part of Town", musica di Andre Previn, testo di Dory Langdon - Pepe (Pepe)
   "The Second Time Around", musica di James Van Heusen, testo di Sammy Cahn - In due è un'altra cosa (High Time)
   "The Green Leaves of Summer", musica di Dimitri Tiomkin, testo di Paul Francis Webster - La battaglia di Alamo (The Alamo)

Miglior sonoro
   Fred Hynes, Gordon E. Sawyer, Todd-AO Sound Department e Samuel Goldwyn Studio Sound Department - La battaglia di Alamo (The Alamo)
   Gordon E. Sawyer e Samuel Goldwyn Studio Sound Department - L'appartamento (The Apartment)
   Franklin E. Milton e Metro-Goldwyn-Mayer Studio Sound Department - Cimarron (Cimarron)
   Charles Rice e Columbia Studio Sound Department - Pepe (Pepe)
   George R. Groves e Warner Bros. Studio Sound Department - Sunrise at Campobello (Sunrise at Campobello)

Miglior documentario
   The Horse with the Flying Tail (The Horse with the Flying Tail), regia di Larry Lansburgh
   Rebel in Paradise (Rebel in Paradise), regia di Robert D. Fraser

Miglior cortometraggio
   Day of the Painter (Day of the Painter), regia di Robert P. Davis
   The Creation of Woman (The Creation of Woman), regia di Charles F. Schwep
   Islands of the Sea (Islands of the Sea), regia di James Algar
   A Sport Is Born (A Sport Is Born), regia di Leslie Winik

Miglior cortometraggio documentario
   Giuseppina (Giuseppina), regia di James Hill
   Beyond Silence (Beyond Silence), regia di United States Information Agency
   A City Called Copenhagen (En by ved navn København), regia di Jørgen Roos
   George Grosz' Interregnum (George Grosz' Interregnum), regia di Charles Carey e Altina Carey
   Universe (Universe), regia di Roman Kroitor e Colin Low

Miglior cortometraggio d'animazione
   Munro (Munro), regia di Gene Deitch
   Goliath II (Goliath II), regia di Wolfgang Reitherman
   High Note (High Note), regia di Chuck Jones
   A Place in the Sun (A Place in the Sun), regia di Frantisek Vystrecil
   Mouse and Garden (Mouse and Garden), regia di Friz Freleng

Premio alla carriera
   A Gary Cooper per le sue numerose memorabili interpretazioni sullo schermo e per il riconoscimento internazionale che, come individuo, ha dato all'industria cinematografica.
   A Stan Laurel per la sua pionieristica creatività nel campo della commedia cinematografica.

Premio giovanile
   A Hayley Mills

Premio umanitario Jean Hersholt
   A Sol Lesser

wiki commons
Il contenuto originale e aggiornato di questo documento è visibile alla pagina:
http://it.wikipedia.org/wiki/Premio_Oscar
Le immagini presenti in questa pagina provengono da Wikimedia Commons.
Le informazioni riportate in questa pagina sono state utilizzate in accordo e
nel rispetto della licenza GNU Free Documentation License
Wikimedia Commons

↑ Inizio pagina



left right
Copyright © 1994-2017 Genux.com s.r.l. - P.I. 03412460234 - Ultimo aggiornamento: 17/10/2017 - Versione: 7.020.2
Tutti i loghi ed i marchi presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari. E' vietata la riproduzione anche parziale. Le informazioni riportate sul sito sono soggette a modifiche senza preavviso.